Author

Marilena

Browsing

Titolo: Il matrimonio di mia sorella Autrice: Cinzia Pennati Casa editrice: Giunti Genere: Narrativa femminile Pagine: 272 Il matrimonio di mia sorella, il romanzo di Cinzia Pennati, edito Giunti, è una storia al femminile, la storia di tre generazioni di donne, raccontata durante una sola giornata: il matrimonio di Celeste, la piccola viziata della casa. Attorno alla sposa, per i preparativi delle nozze si riuniscono Agnese, la sorella quarantenne, misurata e concreta, quella su cui si può sempre contare, con un marito con cui il rapporto è sempre stato tiepido, nonché voce narrante della storia; la madre Ines con la nonna, divise da una eterna conflittualità; l’eccentrica zia Rosa, che nella vita ha messo da parte i suoi sentimenti, ma ha molto da raccontare e infine la cugina Fiamma, abbandonata ad una passione amorosa che contrasta con le aspettative dei genitori. Agnese osserva, in questo giorno speciale, tutte le donne…

Titolo: Le Black holes Autore: Borja González Casa editrice: Mondadori Genere: Fantasy/Mistery Pagine: 128 Da grande appassionata di graphic novel non potevo lasciarmi sfuggire Le black holes del celebre disegnatore Borja González ed oggi ve ne parlo per la mia rubrica #UnaFantasticaDistopia. Questa graphic novel appartiene, infatti, al genere fantasy con molti aspetti mistery. Si legge tutta d’un fiato e le 128 pagine scorrono molto velocemente. La storia si sviluppa su due livelli temporali. Nel 1856 incontriamo Teresa, ragazza appassionata di fantasmi e racconti del mistero. Nel 2016 invece incontriamo Gloria, Cristina e Laura, tre ragazze che vogliono  fondare il gruppo punk rock “Le black holes”, nome dato in omaggio alle teorie di Stephen Hawking. Si intuisce che tra passato e futuro esiste un portale di passaggio nei pressi di un lago. Gli unici elementi che “vediamo” viaggiare nel tempo, però, sono una farfalla color corallo e una scatola di caramelle che…

Spesso mi chiedete quale sia una biografia sul personaggio di Mary Shelley che consiglierei, beh sicuramente Come un incantesimo, Mary e Percy Shelley nel Golfo dei poeti, KAPPA VU edizioni, la consiglio ad occhi chiusi. L’ho definita una biografia allucinante e allucinata, nel senso che racconta di stati d’animo di Mary e Percy spesso sotto l’effetto di droghe, soprattutto Percy faceva grande uso di laudano, mentre Mary racconta le sue allucinazioni attraverso brani tratti dal suo diario, senza ben chiarire se fosse sotto effetto di stupefacenti, però sicuramente di frequente non era molto presente a se stessa. Non è un mistero per nessuno che con Mary Shelley avverto una sorta di affinità elettiva. In questi anni ho sentito il bisogno di approfondire la natura delle sue ansie e paturnie interiori, dei dolori che hanno spinto Mary a creare un capolavoro come Frankestein e non solo. Mary Shelley, nata Mary Wollstonecraft Godwin, soffriva…

Il thriller psicologico La colpevole, di Amanda Robson edito Piemme, è la storia di due gemelle trentenni, Miranda e Zara, la prima è una contabile di un’azienda, precisa nel suo lavoro, razionale, non è fidanzata, è si è sempre sentita responsabile per la sorella. La seconda è una fotografa, insicura e molto fragile, autolesionista, si procura dei tagli sulle braccia nei momenti di crisi. “Ti fidavi ciecamente di me. Allora non sapevi che sei mesi più tardi ti avrei ucciso.” Il rapporto tra le due sorelle è molto solido, sono unite,  fino a quando Zara incontra al supermercato Sebastian e si innamora perdutamente di lui. Ma l’apparenza inganna e ben presto Sebastian diventa intenzionalmente l’elemento di disturbo destabilizzante tra le due sorelle. “Ci rimaneva così poco tempo, ed eravamo così felici. Tutto sommato è stato meglio non saperlo, non credi?” Bugiardo e pericoloso, cerca in tutti i modi di sedurre…

Titolo: Insegnami la tempesta Autrice: Emanuela Canepa Casa editrice: Einaudi Genere: Narrativa italiana Pagine: 238 “Lentamente si calmò. Aveva infiniti timori riguardo a Matilde, e ogni nuova giornata piantava un chiodo sul muro della sua paura, ma era quasi certa che questo davvero non fosse possibile. Era stata la sfida a spingere Matilde fino a lì, nient’altro. La provocazione.” Insegnami la tempesta è l’ultimo lavoro di Emanuela Canepa edito Einaudi. La protagonista del romanzo è Emma, una donna di circa quarant’anni, madre di Matilde, una ragazza di diciotto anni e moglie di Fausto, che non è il padre naturale di sua figlia e al quale è legata probabilmente per pura riconoscenza. Il rapporto familiare è inclinato dalla gelosia che Emma prova nei confronti della figlia che mostra molta più affettuosità verso Fausto che per sua madre. Matilde è molto determinata e desiderosa di autonomia e Fausto la asseconda in…

Titolo: Non fa niente Autrice: Margherita Oggero Casa editrice: Einaudi Genere: Narrativa italiana Pagine: 247 “Nicevò.” Non fa niente, il romanzo di Magherita Oggero, edito Einaudi, racconta una storia che inizia nel periodo del primo dopoguerra, all’inizio degli anni ’50 e si sviluppa per un quarto di secolo. Le protagoniste sono Esther e Rosanna, la prima ebrea di nascita, risoluta, sposata con Riccardo, un ingegnere al quale non riesce a dare figli; la seconda, giovane e bellissima, proveniente da una famiglia molto umile con un padre violento. Entrambe caparbiamente ostinate nel raggiungere i propri obiettivi. Tra le due donne si stabilisce un legame sancito da un patto che le unirà per tutta la vita. Questo romanzo tocca argomenti molto importanti, quali il matrimonio, la maternità, il tradimento, il segreto, la condivisione di affetti importantissimi, la malattia, il lutto e le ferite della guerra. Questo libro non mi ha convinto…

Titolo: Ricordati di me Autore: Emanuele Bosso Casa editrice: GM Press Genere: Narrativa italiana Pagine: 214 Ricordati di me, romanzo di esordio di Emanuele Bosso, racconta la storia di Gabriele, un giovane scrittore trentacinquenne che sta attraversando un difficile periodo di crisi matrimoniale. Il legame con sua moglie Silvia si trascina da tempo, non riuscendo a vivere la gioia di un figlio, il matrimonio degenera nella crisi assoluta e va definitivamente in frantumi dopo un tradimento. Gabriele vive questa situazione come un fallimento personale e decide di allontanarsi da Napoli, la città in cui vive con Silvia, per metabolizzare questo “lutto sentimentale”, rifugiandosi a Rocca San Felice, un paesino dell’Irpinia, arroccato e con pochissimi abitanti, dove possiede una vecchia casa di famiglia da riattare. In questo luogo, lontano dalla sua realtà quotidiana, Gabriele entra in contatto con una nuova realtà, quella che può esistere solo nelle piccole comunità ed è…