buzzoole code

Titolo: La sovrana lettrice

Autore: Alan Bennett

Casa Editrice: Adelphi Edizioni

Genere: Ironico

Formato: Rilegato/eBook

Pagine: 98

Recensione

Buon pomeriggio booklovers,

oggi vi parlo di una deliziosa perla di ironia della letteratura inglese contemporanea: La sovrana lettrice, il romanzo breve, dello scrittore, drammaturgo britannico, Alan Bennett, edito Adelphi Edizioni.

Protagonista di questa divertente vicenda è la Regina Elisabetta II che, alla soglia degli ottant’anni, grazie all’incontro casuale con una libreria ambulante parcheggiata sul retro di Buckingham Palace, si riscopre un’appassionata lettrice, proprio lei che ai libri e soprattutto agli scrittori che aveva incrociato nella sua lunga vita, non aveva mai dato peso.

La regina inizia così a voler recuperare il tempo perso e dedica tutti i suoi momenti liberi, e spesso anche quelli “non liberi” alla lettura di ogni genere di romanzo, passando dai classici ai romanzi d’amore, senza esclusione di sorta, preoccupando non poco i suoi collaboratori e il primo ministro che si adopereranno per cercare di frenare questa passione della sovrana, secondo loro fuori luogo, arriveranno perfino ad attribuire questo cambiamento della regina ad un inizio di “demenza senile”. Ma la regina Elisabetta, più che sana mentalmente, si accorgerà delle chiacchiere che le hanno”costruito” intorno e lei stessa si prenderà gioco del suo staff.

“La lettura era un muscolo e a quanto pare lei era riuscita a svilupparlo.”

Elisabetta, grazie alla nuova passione letteraria ritroverà una delicata e sincera umanità unita allo sviluppo di un’empatia nei confronti dei suoi subalterni, che non aveva mai provato prima. Sentendosi però poco compresa, dagli stessi sudditi per cui prova empatia, inizia a condividere i suoi sentimenti con i personaggi dei romanzi con cui sente affinità particolari, appuntando le sue riflessioni su un taccuino, in modo tale da non “nuocere” a coloro che si scandalizzano del suo cambiamento.

“Non si mette la vita nei libri. La si trova.”

Iniziando ad annotare questi suoi pensieri… si rende conto che lei è una donna abituata ad una vita “d’azione”, decide quindi di agire.. e iniziare a scrivere…
La sovrana ci riserverà quindi un clamoroso e divertente colpo di scena…

Consiglio vivamente la lettura di questo romanzo, in quanto La sovrana lettrice è una vera iniezione di serotonina e spensieratezza. Regala delle ore di puro divertimento grazie alla brillante ed ironica scrittura del grande sceneggiatore Alan Bennett, d cui leggerò sicuramente altre opere!

Buona lettura…

Marilena’s Journal

Write A Comment