Questa sera sono stata molto lieta di partecipare all’inaugurazione della mostra pittorica di arte contemporanea Feeling Gloss, dell’artista Alessia Cacciapuoti, in arte Vertigo.

Nella bellissima cornice della Galleria Principe di Napoli, in un tripudio di forme e colori pop, l’artista ha proposto un ciclo di venti opere che rappresentano la donna, intendendola come veicolo di relazioni, cogliendone i tratti più passionali dell’anima, e allo stesso tempo fragili.

Note sull’artista Vertigo…

Alessia Cacciapuoti nasce a Napoli nel 1982 e qui sceglie di vivere. Sin da bambina si avvicina al mondo dell’arte e in particolar modo della poesia che le fornisce gli strumenti per alimentare la sua immaginazione e la sua curiosità. L’apprendimento è gioco; l’immaginazione, il giardino segreto in cui rifugiarsi ed ispirarsi. Le sue opere sono l’espressione costante di uno sguardo volto verso tematiche come l’autenticità delle relazioni umane ed il loro processo evolutivo. Il ruolo centrale lo incarna la donna e il suo posto nel mondo contemporaneo. Ogni dipinto viene concepito come un unicum, come unica è ogni persona e il contributo che da al mondo. La scelta dei colori proposta dall’ artista lascia intendere la carica passionale di ogni soggetto. L’utilizzo di colori acrilici sottolineano l’amore per la matericità dei pigmenti, i quali prendono corpo impetuosamente donando al fruitore la sensazione di essere travolti da un elemento liquido, lucido.

Feeling gloss
L’artista Vertigo (Alessia Cacciapuoti)

L’opera da cui sono stata attratta maggiormente è La cappellaia matta, che l’artista racconta così:
Una bocca rossa, simbolo di sensualità e femminilità di una donna, questa, che non teme.
Colori audaci specchio della sua fantasia e della sua forza.

 

Feeling gloss
La cappellaia matta

Marilena’s J.

Feeling gloss

Write A Comment

error: Content is protected !!