Buongiorno a tutti!

Oggi si darà il via al 69° Festival di Cannes, il red carpet è pronto per ospitare una lunga passerella glamour di celebrities.

Ad aprire la manifestazione sarà il film  del mio amato regista Woody Allen (come sempre fuori concorso) “Café Society”, che per questo suo nuovo lavoro ha scelto come protagonisti Blake Lively, Kristen Stewart, Jesse Eisenberg, e Steve Carrel , che vedremo sfilare sul tappeto rosso tra pochissime ore. Da questo film mi aspetto una straordinaria fotografia, affidata al premio Oscar Vittorio Storaro.

10082015KSTEWARTFANS 9

Non è la prima volta che Woody Allen sceglie di presentare un suo film fuori concorso al Festival di Cannes: nel 2005 era presente con “Match Point”, nel 2008 con “Incontrerai l’uomo dei sogni” e nel 2010 con “Vicky Cristina Barcelona”. 

Anche l’apertura del Festival per Woody non è certo una novità, è infatti alla sua terza volta la prima è stata nel 2002 con “Hollywood ending” e la seconda nel 2001 con “Midnight in Paris”, film che fu ampiamente criticato dai francesi che si ritennero quasi offesi, perchè non si riscontravano nella visione del regista del loro popolo.

Non sono d’accordo con questa presa di posizione dei francesi , in quanto non credo, per esempio, che Woody Allen abbia colto l’essenza degli italiani in “To Rome with love”, e non ci ritrovo il mio popolo, ma non per questo mi arrabbio, perché è semplicemente la singola interpretazione di un uomo che per il lavoro che fa ha la fortuna di poterla mostrare al mondo intero, ma non per questo pretende di rispecchiare la verità, resta una pura e semplice interpretazione.

Quest’anno Woody per l’ambientazione della commedia “Café Society”, torna nuovamente in America, più precisamente nella Hollywood degli anni ’30. Il protagonista, Jesse Eisenberg è un giovane aspirante attore, assiduo frequentatore di festa dell’alta società. Ed è proprio a queste feste che incontra bellissime donne  come Kristen Stewart e Blake Lively. 

Sono curiosissima di vedere questa nuova commedia. Intanto, nell’attesa, mi godo il red carpet del Festival di Cannes, che ha sempre il suo particolare fascino, con il meraviglioso sfondo della Baia di Cannes e la Croisette che ha visto sfilare le più grandi e affascinati star della storia del Cinema.

And you? Are you ready for Festival? 😉

Vi abbraccio e vi aspetto…come sempre… al prossimo articolo!

 

Photo:web

 

6 Comments

  1. Grandissimo Woody ci piace un sacco!!! Sono d’accordo con te il suo punto di vista seppur è uno e individuale proviene cmq da una mente geniale 😉

    • Marilena

      Quello che più amo dei film di Woody è proprio l’introspezione dei personaggi. Non tutti riescono ad apprezzarlo, e spesso questa reazione è di chi si ferma alla semplice trama, che a volte in passato poteva risultare noiosa e ad oggi sembrare una commedia leggera,ma WOODY ALLEN é molto di più…è UN GRANDE ANTROPOLOGO!

  2. Una volta Will Smith disse a Gabriele Muccino: ‘Perché dovresti essere tu il regista del mio prossimo film? Muccino gli rispose che solo un regista non americano sarebbe stato in grado di descrivere al meglio “il sogno americano”, con questa risposta, nel 2006, il ‘director’ capitolino si guadagnò la regia di “La ricerca della felicità “.
    Questo per dire che , a dispetto delle rimostranze del popolo francese (troppo patriottismo? ) un punto di vista esterno (e che punto di vista!) può essere in grado di cogliere manie e contraddizioni,sogni e aspirazioni, diversamente assuefatte dai protagonisti stessi.
    Waiting for “Café Society”!!

    • Marilena

      Sono assolutamente d’accordo con l’idea che l’obiettività possa arrivare solo da un punto di vista esterno. Assodato che i francesi, come tutti sappiamo, sono estremamente patriottisti, quello di Woody Allen é comunque un suo personale punto di vista, anche se proviene da un grande e fine osservatore….direi!

  3. Marilena

    Ciao Manu! Come probabilmente avrai evinto dall’ articolo WOODY ALLEN é uno dei miei registi preferiti e amo moltissimi dei suoi film. Se dovessi però sceglierne uno solo ti direi MATCH POINT, perché quando l’ho visto l’ho amato sin dalla prima scena (il monologo iniziale) sicura che lo avrei adorato fino alla fine delle 2 ore! 🙂

  4. Una curiosità:
    Qual’e’ il film che preferisci di
    Woody Allen ???

Write A Comment

error: Content is protected !!