buzzoole code

Cara Cenerentola (o Cinderella come più spesso viene detto oggi!),

ti scrivo questa lettera perché, a nome di tutte le donne, sento il bisogno di ringraziarti.

Grazie perché hai fatto si che delle bambine “predestinate” di tutto il mondo,  che un tempo costringevano mamme, nonne e zie a leggere e rileggere innumerevoli volte la storia della tua vita, oggi sono donne che cercano compulsivamente “il grande amore”, che spesso alla soglia dei  40, aspettano ancora che  il principe azzurro sul cavallo bianco bussi alla loro porta (solo che oggi lo chiamano Mr. Big dato il significativo apporto di Carrie Bradshaw, e vola a Parigi su un aereo privato). Senza comprendere che il famigerato principe NON ESISTE!! Bisogna fermasi, scendere a compromessi e a volte “ragionare”.

Grazie perché hai generato complessi in intere generazioni, perché i capelli della maggior parte delle bambine non erano biondo miele e soffici alla spazzola come i tuoi, ma castani e spesso un pochino crespi… e perché difficilmente il numero di scarpe portato in adolescenza corrispondeva ad un 36, a meno che l’altezza non corrispondesse al metro e cinquanta. Si è diffusa quindi grazie a te la frase “piedino di Cenerentola”.

E rimanendo in tema di scarpe… Grazie perché hai generato una sorta di patologia: “compratrice compulsiva di scarpe” di cui sono affette il 90% delle donne. Si perché la colpa di tutto ciò nasce lì, e non come tutti credono dalla povera Carrie, che anche lei vittima di Cinderella Story, investe tutto il suo patrimonio in scarpe, 40.000 dollari per l’esattezza, e accetta la proposta di matrimonio “più romantica del mondo” (proprio perché anche lei Cinderella Addict) in un armadio,  con Mr. Big (Il principe), inginocchiato e con in mano invece di un anello di Tiffany, una Manolo Blahnik! Per poi ritrovarsi dopo due anni su un divano ad affrontare la semplice monotonia del “VISSERO PER SEMPRE FELICI E CONTENTI!”

Grazie perché hai diffuso la balzana idea che la mattina ci si debba svegliare canticchiando, quando l’unica cosa che vorrei sentire fino al secondo caffè della giornata è solo un profondo ed inestimabile SILENZIO!! 

Per concludere ti vorrei ringraziare PER AVER RESO I NOSTRI SOGNI DESIDERI DI FELICITA’ irrealizzabile e fittizia!

Ed è così che le Cinderella Addict vissero per sempre INFELICI E CONTENTE! 

Bisous Bisous

Marilena’s J.

 

Photo:Web

 

 

 

 

2 Comments

  1. Sono una Cinderella Addict “Pentita” …e mi riscontro in tutto!!! Articolo troppo carino e soprattutto vero…. 😀

    • Marilena

      Grazie Babi! Credo che in qualche momento della vita siamo tutte un po’ Cinderella Addict! 😉

Write A Comment