Titolo: FASHION LOVE 1 – Anche le commesse sognano

Autrice: Sara J. Del Consile

Casa Editrice: Butterfly Edizioni

Genere: Chick Lit

Pagine: 253

Sinossi Ufficiale:

Mia è una giovane commessa milanese con una grande passione per la moda e un enorme sogno nel cassetto: trovare l’amore. Imbranata, combina guai e goffa, è solita fare figure imbarazzanti nei momenti meno opportuni. Tra sfavillanti uscite a base di Cosmopolitan con i suoi migliori amici Gabri e Barbie, favolosi eventi di moda e il suo amato/odiato lavoro di commessa, Mia non smette mai di sognare a occhi aperti e di fantasticare sul principe azzurro, finché un giorno il suo più grande sogno sembra realizzarsi. Diego, un affascinante ragazzo dall’aria misteriosa, arriva a Fashion Love, il negozio in cui lavora Mia. Ma Diego sarà davvero il grande amore che Mia sogna da sempre, quello che ha sempre cercato invano fino a quel momento? È entrato nella sua vita per caso, come la migliore delle occasioni che si presenta puntuale quando meno te l’aspetti e c’è una cosa che Mia sa perfettamente: nella città delle mille occasioni, solo una stupida può lasciarsene sfuggire una così allettante, con due occhi blu come il mare e un fisico da urlo! Diego, però, nasconde il suo passato e non permette a nessuno di avvicinarsi abbastanza a lui da conoscerlo veramente… Ma in amore e in guerra tutto è permesso e Mia gli darà del filo da torcere…

 

Recensione

Oggi, per la rubrica #ScrittoriEmergenti, ho letto e recensito per voi il romanzo Fashion Love dell’autrice Sara J. Del Consile.

Fashion Love risponde al genere Chick Lit, è un romanzo frizzante e divertente.

La protagonista, la milanese ventitreenne Mia, è una Cenerentola moderna, che crede ancora nella ricerca del grande amore e che come Cenerentola riesce nella sua impresa!

Come ogni Cinderella che si rispetti, Mia ha al suo fianco una “fata madrina”, anzi ne ha ben tre! Il suo migliore amico Gabri, collega super fashion che lavora con Mia nella boutique Fashion Love, la coinquilina Barbie (di nome e di fatto), e la super sofisticata nonna Angelica, che ha sempre un buon consiglio per la sua adorata nipote.

Con l’aiuto dei suoi amici e di sua nonna, e non accontentandosi del primo arrivato (nonostante questo primo arrivato, fosse un imprenditore ricco e famoso), Mia incontra, anzi più che incontro lo chiamerei uno scontro frontale, e conquista Diego, il suo bel principe azzurro.

Tra situazioni comiche e divertenti alla Bridget Jones, l’effervescente commessa di Fashion Love, mostrerà il suo bel caratterino e non si farà mettere i piedi in testa da nessuno, nemmeno dal suo capo, la tanto temuta “Crudelia”.

A differenza però di Cenerentola, Mia è una conclamata fashion victim, nonché compratrice compulsiva. Acquista ogni genere di abito o scarpe che siano in grado di regalarle un momento di felicità; questo suo aspetto, mi ha ovviamente riportato alla mente Rebecca Bloomwood, la protagonista di I Love Shopping, il romanzo della regina del Chick Lit, Sophie Kinsella.

Fashion Love è una favola moderna, leggera e di lettura scorrevole, consigliato ad un giovane pubblico femminile, che vi farà sicuramente sorridere. Ottimo antidoto alla tristezza, vi farà tornare il buonumore. Perfetto per chi vuole ancora credere nelle favole…

 

Quattro chiacchiere con l’autrice…

M.J. -In cosa Mia ti rispecchia e in cosa invece è distante da tuo modo di essere?

S.J.D.C. -Mia è un personaggio completamente inventato, è una ragazza molto goffa, combinaguai e talvolta è molto superficiale: questi aspetti del suo carattere mi hanno dato modo di raccontare la storia con quel tocco di humor tipico dei Chick Lit.

Mia però non è solo questo. Ha un grande cuore, è un’eterna romantica, un’incredibile sognatrice. Soprattutto si ostina a credere nelle persone, nell’amore e nei suoi sogni: in questo mi assomiglia decisamente molto!

 

M.J. -Ci puoi rivelare se qualche episodio di questa storia è tratto dalla vita reale, o è tutto frutto di fantasia?

S.J.D.C. -Proprio come la protagonista, da ragazza ho lavorato per diverso tempo in un lussuoso centro commerciale, diviso in vari reparti, che era molto simile a Fashion Love. Anch’io gestivo il reparto di abbigliamento femminile e quindi ciò che racconto della vita da commessa è tutto vero, inclusa Crudelia, la temutissima padrona di Fashion Love, che mi è stata ispirata dalla mia vecchia datrice di lavoro.

È nel periodo in cui facevo la commessa che ho iniziato a scrivere questo libro. Il resto è tutto frutto della mia galoppante fantasia!

 

M.J. -Se Fashion Love diventasse una produzione cinematografica, quale cast avresti in mente?

S.J.D.C. -Facile. Adoro Gossip Girl e alcuni dei suoi attori sarebbero perfetti nei panni dei miei personaggi: Leighton Meester per Mia, Blake Lively per Barbie e Chace Crawford per Gabri. Diego dovrebbe essere un attore bello da infarto, con due occhi azzurri da paura e quindi chi meglio del gettonatissimo Ian Somerhalder? Un’irriverente Meryl Streep per Crudelia e la meravigliosa Maggie Smith (la contessa Violet di Downton Abbey) per nonna Angelica.

Comunque se Fashion Love diventasse una trasposizione cinematografica, io sverrei di sicuro a gambe all’aria come Mia! Non potrei immaginare niente di più bello di vedere la mia storia diventare un film… credo sia il sogno di qualsiasi scrittrice!

 

M.J. -Immagino tu sia una fan del Chick Lit. Hai un’autrice preferita del genere che ritieni che in qualche modo possa avere influenzato il tuo stile?

S.J.D.C. -Beh, senza ombra di dubbio sono stata influenzata dalle mie beniamine: Sophie Kinsella con la sua impareggiabile serie di ‘I LOVE SHOPPING’, in parte Lauren Weisberger con ‘IL DIAVOLO VESTE PRADA’ e direi anche un tocco di Candace Bushnell (SEX AND THE CITY) e Helen Fielding (IL DIARIO DI BRIDGET JONES).

Credo che sia normale lasciarsi influenzare da ciò che si legge e si ammira, ma lo stile personale di ogni scrittore e l’originalità di ciascuna storia devono comunque prevalere su tutto il resto.

 

M.J. -Credi che esista davvero un principe Azzurro per ogni donna e che basti aspettarlo non accontentandosi di rapporti sentimentali che possono sembrare all’apparenza perfetti, ma che non provocano le farfalle nello stomaco?

S.J.D.C. -Certo che ci credo, e ti dirò di più: io ne ho incontrati tre.

Il primo è il mio migliore amico da vent’anni, il secondo è mio marito e il terzo è mio figlio, l’amore più grande della mia vita.

Tornando al discorso delle farfalle nello stomaco, una volta che le hai provate, non credo che ti possa più accontentare di qualcosa di meno, almeno io la penso così. MAI accontentarsi nella vita!

 

M.J. -Tre aggettivi con cui descriveresti il tuo libro…

S.J.D.C. -Leggero, romantico e ironico.

 

M.J. -Quando potremo leggere il seguito di Fashion Love?

S.J.D.C. -Il secondo libro dovrebbe uscire a maggio e il terzo è in stesura, spero di riuscire a finirlo presto perché sarà il degno finale della storia d’amore tra Mia e Diego.

Ci saranno ancora tanto humor, l’immancabile passione per la moda, il desiderio di realizzare nuovi sogni e una buona dose di romanticismo. Ne vedrete delle belle!

 

M.J. -Ti ringrazio Sara per essere stata con noi oggi e ti faccio un grande In bocca al lupo…

Marilena’s J.

 

 

 

 

Write A Comment

error: Content is protected !!