buzzoole code

Ciao a tutti! Sono emozionatissima, come una bambina davanti all’entrata di Disneyland! Ebbene si! Stasera arriva finalmente in Italia la super serie TV Crime: The Blindspot! Sono pronta a scommettere che questa serie, che Negli Stati Uniti è già un cult, conquisterà anche il pubblico italiano!

La scena iniziale, si apre con l’immagine di un borsone ritrovato a Times Square e la presenza sul posto  degli artificieri, situazioni che riportano subito alla mente casi di attualità, richiama infatti la paura del terrorismo (elemento che ha contribuito al successo della serie, ideata e prodotta da Martin Gero e Greg Berlanti). Dal borsone viene fuori una ragazza nuda, senza memoria, con il corpo quasi interamente tatuato. Nel corso della prima puntata si scoprirà che la mancanza di ricordi della ragazza è causata dalla massiccia assunzione di un farmaco che li inibisce. Alla donna viene assegnato quindi il nome Jane Doe, dato di prassi a chi è privo di identità.

Ogni episodio ha come titolo un anagramma e come punto di partenza per la trama, uno o due tatuaggi presenti sul corpo di Jane.

Ad indagare sul passato oscuro della ragazza sarà chiamato l’agente dell’FBI Kurt Weller (interpretato dall’affascinante Sullivan Stapleton), il cui nome è misteriosamente presente tra i tatuaggi della protagonista.

MDOT-Blindspot

La trama è un puzzle intricato, che si svela tatuaggio dopo tatuaggio, e tieni incollato il telespettatore allo schermo, non a caso  uno degli sceneggiatori della serie è un esperto di enigmistica del “New York Times”.

L’attrice Jaimie Alexander, protagonista di The Blindspot, in una video intervista ha dichiarato:

“La nostra serie segue tipicamente uno o due tatuaggi per episodio. Siamo un genere atipico. Se parti dall’inizio, comincerai a raccogliere indizi dalla seconda o terza puntata che poi ti serviranno per capire l’episodio 15 o 16. Tutto e’ integrato. Ogni tatuaggio ha un doppio o un triplo significato e alcuni tatuaggi risolveranno il mistero di altri. Invece di essere una serie con un caso a settimana, tutto si collega”.

Ma per scoprire il vero passato di Jane Doe dovremo attendere l’episodio finale.

L’attrice racconta poi qualche particolare di sé stessa e del suo personaggio: “Ero una wrestler durante le scuole superiori. E’ stata un’esperienza che mi ha sicuramente preparato per questo ruolo e per altri personaggi che ho interpretato”. Motivo per cui ha spesso rifiutato la presenza sul set di stuntgirl.

Jamie racconta inoltre di avere in comune con il suo personaggio anche la passione per i tatuaggi:

“Ho 9 tatuaggi miei per adesso, anche se – scherza – c’e’ sempre spazio per farne altri”.

Nella serie invece ne ha 200 sparsi su tutto il corpo, e per applicarli, si è dovuta sottoporre a sei ore di trucco al giorno.

L’attrice per interpretare questo ruolo ha rinunciato a essere Wonder Woman al cinema.

Beh ora non ci resta che procurarci gelato a volontà (dimentichiamoci per una sera della dieta… ma recuperiamo domani 😉 ), accomodarci sul divano e incollarci al televisore per guardare il primo episodio di The Blindspot !! Non vedo l’ora!! 😉

Buona visione a tutti!

 

 

Photo:web

2 Comments

  1. Wow mi hai fatto venire proprio la curiosità di vederlo!!! *.*

    • Marilena

      É fantastica questa serie! Rapisce già dal primo episodio!
      Da vedere assolutamente!! 🙂

Write A Comment