Tag

narrativa

Browsing

Titolo: Cambiare l’acqua ai fiori Autrice: Valérie Perrin Casa editrice: Edizioni  E/O Genere: Narrativa Pagine: 416 “Le foglie morte si raccolgono a palate, i ricordi e i rimpianti anche.” Chiuso il romanzo, ho raccolto  le idee e mi sono chiesta: “Non sarà uno di quei libri che mi hanno fregato per la bellezza della copertina?” Poi ho pensato: “Eppure ha tante recensioni positive.”  Ma si sa, i gusti letterari sono una  delle opinioni più soggettive che esistano. Purtroppo la mia personale opinione su “Cambiare l’acqua ai fiori” di Valérie Perrin è negativa. Borgogna. Violette Toussaint è la guardiana di un cimitero. Ha vissuto una vita difficile, abbandonata alla nascita ha trascorso i primi diciassette anni della sua vita tra una famiglia affidataria e l’altra, fino all’incontro con Philippe, l’uomo che diventerà suo marito. Un giorno Philippe sparisce, ma il loro matrimonio era già finito da tempo Una sera,  alla…

Titolo: Zia Mame Autore: Patrick Dennis Casa editrice: Adelphi Genere: Commedia Brillante – Narrativa Pagine: 380 “Tesoro mio, un vocabolario ampio, è ciò che contraddistingue ogni vero intellettuale. D’ora in poi, ogni volta che sentirai dire, da me o da qualcun altro, una parola che non conosci, la trascriverai qui, e io ti spiegherò cosa significa. Poi la imparerai a memoria, e vedrai che in pochissimo tempo ti costruirai un vocabolario come si deve. Oh, che avventura emozionante plasmare una tenera, una giovane vita!” Non so per quale immotivata convinzione o informazione errata, quando ho iniziato a leggere “Zia Mame”, di Patrick Dennis, mi aspettavo la storia un’anziana zia un po’ sui generis e mi sono invece ritrovata davanti una protagonista di trentaquattro anni. Il romanzo racconta la  vita di Mame Dennis e suo nipote Patrick,  durante l’arco di circa  venticinque anni. Il piccolo Pat a dieci anni, rimasto…

Titolo: I venti di sabbia Autrice: Kristin Hannah Casa Editrice: Mondadori Genere: Narrativa Americana Pagine: 444 “Il cielo era talmente grigio che avrebbe potuto soffocare un’anima” America 1934. Protagonista di questo romanzo la Grande Depressione. La storia si srotola tra Texas e California. La siccità ha distrutto le Grandi Pianure e il clima insalubre delle tempeste di sabbia,  causa polmoniti soprattutto nei bambini. In questo tempo, Elsa Martinelli, giovane donna, abbandonata prima dalla sua benestante famiglia d’origine, e poi dal marito, cerca di mettere in salvo in suoi figli Loreda e Ant, anche a costo di anni di privazioni e pesanti sacrifici fisici e psicologici. Kristin Hannah, tocca temi estremamente forti, la violenza, la discriminazione, la povertà e l’umiliazione psicologica, ambientando il romanzo in una pagina di storia moderna degli Stati Uniti, in cui alcuni Americani erano trattati da stranieri nella loro stessa terra. Ho molto amato i…

Titolo: Il tempo di un lento Autore: Giuliano Sangiorgi Casa editrice: Einaudi Genere: Narrativa Pagine: 187 Era la primavera del 1984, erano gli anni delle feste in casa, delle luci colorate intermittenti, di una bottiglia che roteava veloce sul pavimento e regalava le prime emozioni. Luca e Maria Giulia, tredici anni, due mondi che si incontrano pagando un pegno e che inciampano in un lento all’improvviso fondendosi nel primo amore. Maria Giulia è una bambina diversa dalle sue coetanee, lei “è nata già grande”. Ha una forte personalità ben delineata, capace di mettere in stato di soggezione i coetanei, ma anche gli adulti, l’unico a reggerne lo sguardo è Luca. Tra l’Italia e New York si srotola questa dolce  storia amarcord, tra vinili, jazz e musicassette,  regala un viaggio nel passato a chi ha vissuto da vicino i meravigliosi ‘80/‘90 e a chi è curioso di sapere cosa si…

Titolo: Nessuna parola dice di noi Autrice: Gaia Manzini Casa Editrice: Bompiani Genere: Narrativa Pagine: 220 “Se racconti qualcosa, se trovi le parole giuste e le condividi, quel qualcosa esiste” Ada ha ventisei anni, a diciassette ha messo al mondo Claudia, la cui educazione e crescita ha totalmente delegato ai nonni, i genitori di Ada, genitori che hanno permesso alla ragazza di continuare a studiare, e realizzarsi lavorativamente, crescendo Claudia nel miglior modo possibile. Ada incontra Alessio, collega omosessuale, di cui si innamora, o quanto meno, crede di esserlo. Crede anche di essere cresciuta troppo in fretta, e di non essere mai stata giovane, ma a mio parere Ada non è cresciuta mai. La figura di Ada non può essere indifferente al lettore. O si è con lei o contro di lei! Personalmente, ho letto questo romanzo nella speranza di vederla fallire. Dalla prima pagina ho avvertito una sorta…

Titolo: La lettera Autrice: Kathryn  Huges Casa editrice: Nord Genere: Narrativa Pagine: 348 Si sentì un po’ ridicola, ma all’improvviso le sue dita incontrarono qualcosa che sembrava carta e il suo cuore ebbe un sussulto […] Non era una banconota da 50 sterline, ma una vecchia busta ingiallita. La lettera di Kathryn  Huges racconta la storia di Tina, una giovane donna, sposata con un uomo alcolizzato e violento, di cui è innamorata. Lavora in un negozio di abiti usati, per beneficenza. Un giorno, nella tasca di una vecchia giacca da uomo, trova una lettera ingiallita, risalente al 1939, che nonostante avesse il francobollo, non è mai stata spedita. La destinataria è Chrissie e Billy è l’uomo che l’ha scritta. La lettera è una supplica di perdono per salvare il loro amore e crescere insieme il loro bambino. Tina inizia ad inseguire il sogno di trovare la destinataria della…

Titolo: Semafori rossi Autrice: Gianna Radiconcini Casa Editrice: La Lepre edizioni Genere: Narrativa italiana Pagine: 180 “La constatazione non mi creò la disperazione temuta, già provata dopo precedenti fratture. Evitai anche l’ossessione dei semafori rossi.” Semafori rossi, di Gianna Radiconcini, è uno spaccato di vita dell’Italia, ma soprattutto della condizione della donna italiana negli anni ‘50, nel periodo post bellico, quando una ragazza che a diciassette anni si era dedicata alla “causa”, rischiando la propria vita facendo la staffetta partigiana, si ritrova in un’Italia diversa da quella per cui ha lottato, che la piega ai “valori classici” della famiglia e del matrimonio. Ma proprio quando lei questa nuova vita se la cuce addosso su misura, suo marito, fedifrago, la tradisce e la costringe ad un’esistenza da donna abbandonata. Le restano però ancora i suoi figli e  il suo lavoro di giornalista, al quale Anna non ha mai voluto rinunciare proprio per…